Maxi Concorso Ministero della Giustizia unità: 2329

By in ,
Maxi Concorso Ministero della Giustizia unità: 2329

Concorso funzionari Ministero della Giustizia al via con la pubblicazione del bando per 2.329 posti pubblicato in Gazzetta Ufficiale, IV serie speciale, n° 59/2019.

Si tratta di un concorso atteso da tempo che si colloca nel progetto generale di riqualificazione delle pubbliche amministrazioni (RIPAM); con il concorso per funzionari del Ministero della Giustizia, infatti, si andrà ad incrementare il personale impiegato sia nelle strutture minorili e penitenziarie che negli uffici giudiziari, dove la figura del funzionario ricopre un ruolo di estrema importanza.

Come spiegato dal Ministro della Giustizia, questo è solo uno dei primi concorsi per il suo dicastero: ricordiamo, infatti, che il il piano assunzioni voluto da Bonafede prevede entro il 2020 l’assunzione di 8.747 unità totali per l’amministrazione giudiziaria, 503 unità totali per l’amministrazione penitenziaria e 327 per quella minorile.

Per il momento, i 2.329 posti a disposizione con il prossimo concorso per funzionari del Ministero della Giustizia saranno così distribuiti:

  • 2.242 uffici dell’amministrazione giudiziaria;
  • 67 amministrazione minorile;
  • 20 per organizzazione e relazioni per l’amministrazione penitenziaria.

Questi posti potranno essere anche aumentati in corso di svolgimento della selezione per effetto del Decreto Concretezza; per adesso però la certezza è di 2.329 assunzioni a tempo indeterminato, con i candidati che hanno tempo fino al 9 settembre per inviare la domanda di partecipazione alla selezione. Vi spiegheremo come fare per partecipare nel prosieguo dell’articolo, nel quale trovate anche le informazioni su requisiti e prove selettive.

Per l’ammissione alla selezione è necessario dimostrare il possesso dei seguenti requisiti, i quali devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini di presentazione della domanda (9 settembre).

  • cittadinanza italiana o cittadinanza di un Paese UE o stranieri familiari di cittadini italiani o di un Paese UE e titolari del diritto di soggiorno;
  • età non inferiore a 18 anni.

Per quanto riguarda il titolo di studio è richiesta la laurea (diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale) in un ambito differente a seconda del profilo per il quale si concorre 

Login per il Caricamento della candidatura:
https://concorsipersonale.giustizia.it/concorsi-ripam/login.jsf?

Bando
Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *