Il decreto Ristori 5 slitta alla fine del mese. Tra le misure del testo bonus per le Partite Iva, ampliamento dei codici Ateco e aiuti per ristoranti e impianti sciistici costretti a chiudere. Ecco le novità:

Per l’emanazione del testo ufficiale del decreto Ristori 5 si dovrà aspettare ancora un’altra settimana. La Crisi di Governo innescata da Renzi ha rallentato i lavori del Consiglio dei Ministri, anche se il Ministro Boccia ha dichiarato che la situazione politica “non ci impedirà di correre per garantire tempi rapidi”.



A differenza dei precedenti, il decreto Ristori 5 amplia i beneficiari con il superamento dei Ateco e l’estensione dei contributi a fondo perduto ai liberi professionisti, anche quelli iscritti agli Ordini.

COSA PREVEDE IL TESTO, AIUTI E BONUS

  • Bonus e Aiuti Indipendentemente da colore della Regione
  • Ampliamento dei codici Ateco
  • Rottamazione delle cartelle
  • Coinvolti anche i Liberi Professionisti
  • Altri Fondi per la cassa integrazione

Gli aiuti economici e sgravi fiscali saranno estesi a tutte le attività che riusciranno a provare un certo calo di fatturato.

Cambia, inoltre, la finestra temporale per dimostrare le perdite: si terrà conto del primo semestre del 2020 scavalcando il criterio utilizzato fino ad ora, ovvero la differenza di fatturato tra aprile 2019 e aprile 2020.



Bonus di 1000 € Erogato Dall’ inps

Nel testo del quinto provvedimento economico, ci sara’ un bonus del valore di 1000 euro erogato dall’ inps, per aziende e imprenditori colpiti dall’emergenza Covid. Il bonus – stando alle ultime anticipazioni – sarebbe destinato a lavoratori autonomi a Partita Iva e liberi professionisti.

Per ottenere il bonus di 1000 euro bisogna soddisfare i requisiti seguenti:

  • possesso della Partita Iva da almeno 3 anni
  • reddito annuo fino a 50 mila euro
  • posizione contributiva regolare
  • calo di fatturato almeno del 33% nel 2020 rispetto all’anno precedente (la riduzione di fatturato deve essere la conseguenza delle misure restrittive anti-Covind imposte dal governo)

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI E LE MODALITA’ DI RICHIESTA VERRANNO PUBBLICATI A BREVE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *